Workers' Memorial, Msida

Written by Eventi, Live, Mondo e Cronaca, News, Politica, Senza categoria

International workers’ day: il messaggio del presidente della gwu

il messaggio di Victor Carachi Presidente della GWU, in occasione della Giornata internazionale dei lavoratori

L’anno 2020 sarà ricordato per i decenni a venire e passerà alla storia come l’anno in cui le popolazioni di molti paesi erano gravemente minacciate da una pandemia e quando l’economia globale si è fermata. La minaccia di una pandemia globale da un virus mortale non era una questione di se ma piuttosto una questione di quando. C’erano altri virus nel recente passato che potenzialmente avrebbero potuto avere gli stessi effetti devastanti, se non più mortali, come l’influenza aviaria (H5N1), SARS, MERS ed Ebola. Fortunatamente per l’umanità, questi sono stati controllati attraverso il trattamento con antivirali o meglio ancora attraverso la vaccinazione in alcuni casi.

Il virus Covid-19 (coronavirus) che è emerso per la prima volta nella città di Wuhan, in Cina, ha colto di sorpresa molti paesi in quanto impreparati. In un paio di settimane sono stati segnalati decessi in molti paesi, con i più alti tassi di mortalità e infezioni registrate da Italia e Spagna. Fortunatamente per noi, le autorità sanitarie di Malta hanno preso tutte le misure necessarie per mitigare questa minaccia, tanto che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha citato il nostro Paese come modello. Sfortunatamente, 4 persone sono morte finora a causa di questo virus, ma sembra che non solo abbiamo appiattito la curva, ma l’abbiamo anche schiacciata. Tuttavia, questa minaccia è tutt’altro che finita. Dobbiamo rimanere vigili e continuare a seguire le linee guida emesse di volta in volta dalle autorità sanitarie.

Da un punto di vista economico, la situazione è molto delicata. Il settore del turismo è completamente fermo. Tutti gli hotel, bar e ristoranti sono completamente chiusi ad eccezione di quei ristoranti che offrono il servizio di asporto. Anche altri settori sono stati colpiti, alcuni con chiusura completa o con un’offerta del servizio molto limitata. Mentre il settore della costruzione è ancora in corso, anche se a un ritmo più lento, il mercato immobiliare è invece quasi fermo. D’altra parte, la produzione, i supermercati, i generi alimentari e altre industrie legate al cibo, compresa l’agricoltura, sembrano andare piuttosto bene.

In questo scenario, il governo deve anche essere ringraziato per aver raggiunto un accordo con tutte le parti sociali rappresentate al Consiglio per lo sviluppo economico e sociale (MCESD) di Malta con la firma di uno storico Patto sociale. Questo Patto Sociale ha assicurato che tutti i dipendenti, compresi i lavoratori autonomi, che sono stati colpiti dalla chiusura totale o parziale, continueranno a ricevere un salario sociale superiore al salario minimo. Inutile dire che le performance economiche e finanziarie degli ultimi 7 anni, sono state indispensabili affinché il governo potesse elaborare un Patto Sociale credibile e dotato di misure sostenibili per aiutare l’industria e l’occupazione. Ciò garantirà sicuramente che una volta rimosse le misure restrittive introdotte per combattere la diffusione del virus, la nostra economia inizierà a funzionare.

Si sarebbe pensato che questa minaccia alla nostra salute e sicurezza avrebbe riunito il governo, l’opposizione, le parti sociali e le ONG. La chiusura dell’aeroporto e dei porti è stato un male necessario per controllare la diffusione del contagio tra la popolazione locale. Il fatto è che sta salvando vite soprattutto tra i più vulnerabili della nostra società. A volte è necessario fare scelte difficili, soprattutto se lasciata sola da un’UE inefficace per affrontare la guerra in Libia. Il caos in Libia è stato provocato in particolare dal Regno Unito e dalla Francia con il sostegno degli Stati Uniti. Questi paesi ora non vogliono avere niente a che fare con questa tragedia perché non è nel loro cortile! Malta, in particolare l’AFM, ha fatto molto per salvare le vite degli immigrati e dei richiedenti asilo che sfidano i mari e rischiano la vita per mancanza di protezione e una vita migliore. È stato davvero tragico e assolutamente disonesto per una ONG – la Repubblika presentare un’indagine penale contro il Primo Ministro, il Comandante delle Forze Armate di Malta e l’equipaggio della motovedetta, senza almeno stabilire i fatti di base!

Questa ONG farebbe bene in futuro a dimostrare il proprio impegno per il risparmio di vite umane spingendo i funzionari della Commissione europea in visita ei membri del parlamento verso una soluzione per la guerra in Libia e le sue tragiche conseguenze. Così che possano dimostrare di essere all’altezza del loro nome e di avere a cuore le vite umane, poiché solo con la pace e la stabilità in Libia si porrà fine a tutte queste sofferenze!